Home » Blog » Costruzione » Uso del CDE nella prassi del Construction Project management

Uso del CDE nella prassi del Construction Project management


L’utilizzo concreto ed efficiente del CDE (Common Data Environment) nella prassi del Construction Project management

I processi di Construction Project Management nel settore delle costruzioni sono ancora fortemente legati al documento/file se non addirittura al supporto cartaceo piuttosto che al dato.

Nonostante la produzione di modelli informativi legati alla gestione della modellazione BIM sia una prassi consolidata, almeno in alcune fasi del processo, nella gestione quotidiana è ancora la carta a farla da padrone.

Difficilmente prima di procedere alla esecuzione di una attività impegnativa il capo cantiere consulterà il tablet per verificare quanto è previsto nel modello BIM. Almeno per ora!

Il documento, indipendentemente che sia cartaceo o digitale, resta ancora la fonte informativa ad oggi più utilizzata.

construction poject management - cde

La gestione documentale continua ad assumere un’importanza cruciale nell’efficientamento del processo edilizio.

In questo quadro la corretta gestione documentale non può che passare attraverso l’utilizzo di strumenti di condivisione e collaborazione in grado di tracciare e storicizzare correttamente il flusso informativo e documentale. Questo strumento oggi si chiama CDE (Common Data Environment) o nella accezione italiana, tramite le norme UNI 11337, ACDat (Ambiente Comune di Dati).

Sebbene il CDE sia al centro delle attenzioni di chi si occupa di gestione digitale dei processi informativi edilizi, non penso sia solo una mia opinione il fatto che tali strumenti non abbiamo ancora maturato una definizione condivisa e, soprattutto, precisamente delimitata.

Oggi, infatti, capita di vedere associato il termine CDE a strumenti che offrono funzionalità diverse e non è semplice comprendere se possano essere ritenuti tali.

Le norme che regolano il corretto utilizzo del CDE hanno definito i requisiti che un CDE deve possedere per essere considerato tale, ma, spesso, le norme sono formulate in maniera generale e non consentono un’univoca concretizzazione del requisito stesso.

Declinando il concetto di CDE verso scopi più concreti, come ad esempio la gestione documentale, emergono comunque delle perplessità nel farne uno strumento operativo condiviso ed efficace.

Raramente mi è capitato di vedere rispettate le procedure relative alle modalità di nomenclatura della documentazione condivisa, di compilazione dei metadati, di gestione delle comunicazioni tra i diversi stakeholders in un unico ambiente condiviso.

Occorre impegno da parte di tutti i soggetti coinvolti e, soprattutto, occorre determinazione da parte di chi ha scelto di implementare un CDE nello stimolare il rispetto di queste procedure, oltre che disporre dell’autorevolezza o per meglio dire di “Leadership” per convincere tutti gli interlocutori a seguire procedure concordate in grado di aumentare l’efficienza e la produttività nell’interesse di tutte le organizzazioni coinvolte.

documenti digitali cde

Il CDE è uno strumento capace di offrire funzionalità specifiche per gestire i processi nel rispetto di procedure predefinite in grado di migliorare in maniera determinante il perseguimento del risultato.

Risultano quindi importanza significativa le possibilità, ad esempio, di ricerca e filtraggio della documentazione sulla base di metadati precedentemente definiti oppure di gestire in maniera integrata le comunicazioni scambiate all’interno CDE.

Per un’efficace implementazione di un CDE nei processi di Construction Project Management rimane fondamentale una sua impostazione chiara, comprensibile e accettata da tutti i soggetti coinvolti, per il raggiungimento di obiettivi comuni e condivisi.

Molto altro si potrebbe dire ad esempio della necessità di condividere i processi decisionali e approvativi di tutte le attività che devono essere svolte durante l’esecuzione dell’opera, ma su questo argomento mi riservo di essere più esaustivo in prossimo articolo dove questo aspetto verrà analizzato più in profondità.

Nello scenario non infrequente, specie nella fase di realizzazione dell’opera, che vede tutti i soggetti percepire nella propria partecipazione al CDE più oneri che opportunità, definire e condividere i vantaggi nell’adozione del CDE consentono di mettere ordine nella babele nella quale comunemente operiamo e consentire il perseguimento degli obiettivi condivisi.

Building in Cloud e il modulo aggiuntivo BiC CDE sono stati progettati proprio per rispondere a queste esigenze

Condividere e gestire documenti dati e informazioni in grado di offrire risposte concrete in termini di efficienza a tutti gli operatori del settore delle costruzioni indipendentemente dalla fase in cui operano sono le esigenze a cui risponde il modulo aggiuntivo BiC CDE di Building in Cloud.

Le funzionalità delle nostre soluzioni sono ispirate al rispetto di quanto previsto dalle norme italiane UNI 11337 e internazionali ISO 19650.

Se hai necessità di utilizzare un CDE che punti alla concretezza e all’efficientamento delle procedure nel rispetto di regole definite e condivise contattaci subito, metteremo a tua disposizione le nostre soluzioni e la nostra esperienza per consentirti di sfruttare al meglio quanto la tecnologia digitale ci mette a disposizione.

Nel caso volessi provare gratuitamente, per un periodo di tempo limitato, tutte le funzionalità di Building in Cloud e del modulo aggiuntivo BiC CDE compila questo form e verrai contattato nel più breve tempo possibile. Il team di Building in Cloud sarà inoltre in grado di assisterti e affiancarti durante il delicato periodo di attivazione del CDE.

Cosa aspetti contattaci subito. Non lasciarti sfuggire questa occasione.

Building in Cloud è un servizio gratuito