Smart Working 2

Building in Cloud: cos’è e come funziona lo smart working per il settore delle costruzioni

Building in Cloud (BiC) è lo strumento pensato e progettato per digitalizzare il settore delle costruzioni, indispensabile alleato per lo Smart Working e la gestione digitale del ciclo di vita dell’opera. Ecco come funziona, iniziare a usarlo ed essere subito produttivi.

Cos’è Building in Cloud e come può aiutare l’implementazione e la gestione dei processi digitali all’interno di uno studio di progettazione, di un’impresa di costruzioni o per la gestione del patrimonio immobiliare? La risposta è molto semplice: avete presente tutto lo stress nel gestire le mail, soprattutto quando si tratta di comunicare velocemente, con note da ricordare, documenti da consultare e approvare?
Building in Cloud cancella tutto lo stress con un colpo di spugna. Un unico strumento dedicato ai gruppi di lavoro da gestire come un ambiente di lavoro condiviso, ma con tante funzioni utili per avere tutto a portata di mano, sia che si tratti della gestione di un progetto, di un cantiere o della manutenzione di un edificio. Non a caso Building in Cloud ha attirato l’attenzione di molti investitori, ma anche la sfida di alcuni competitor anche di fama internazionale. Ecco una guida utile per iniziare ad usare Building in Cloud, passo dopo passo.

Come funziona Building in Cloud: la creazione del Workspace.

Per iniziare ad usare BiC occorre collegarsi al sito web https://app.buildingincloud.net/store/free.asp?lang=IT, compilare il form di registrazione che immediatamente da accesso gratuito alla piattaforma senza limitazioni di tempo. Successivamente si accederà tramite il sito https://app.buildingincloud.net/ con le credenziali scelte in fase di registrazione.

Per iniziare a muovere i primi passi può essere utile utilizzare gli strumenti di benvenuto o il Tour guidato che consentono di familiarizzare con BiC.

Nella piattaforma inoltre è già presente un Building/Progetto di esempio che si chiama “Trial” dal quale iniziare a fare alcuni esperimenti, è possibile poi creare nuovi Edifici cliccando sul “Menu Edifici>Nuovo edificio”.

Successivamente è possibile invitare nuovi utenti, tramite il loro indirizzo e-mail, a partecipare alle attività dell’edificio/progetto dal “Menu team>Invita nel team”.

 

 

A seguito dell’invito l’utente riceverà una mail con l’invito a partecipare al Team dell’edificio/progetto, successivamente si potrà procedere indicando nome e cognome ed eventualmente cambiare la password.

A questo punto il Workspace è creato e, dopo un breve tour automatico, che potete comunque saltare, troverete Building in Cloud pronto ad accogliere i vostri collaboratori e iniziare a operare.

Prima di invitare i collaboratori nel team di un edificio/progetto è comunque consigliabile organizzare la struttura del Workspace. A questo proposito è disponibile un’area di “Impostazioni” e setting della piattaforma, a cui può accedere solo l’Amministratore di sistema (chi attiva l’Account di BiC) per rendere il Workspace allineato alle proprie aspettative e rendere più “friendly” l’utilizzo di BiC ai vostri collaboratori.

Definita l’impostazione e la configurazione del Workspace si possono andare a definire tutti i dettagli, come ad esempio quando consentire l’editing e la cancellazione dei messaggi e delle notifiche, gestire i permessi di accesso ai documenti, impostare le attività da assegnare ai membri del team o risolvere i problemi che vengono riscontrati via, via, che il progetto avanza.

 

 

Come spiegato successivamente, Building in Cloud oltre al livello Free, gratuito per sempre, mette a disposizione tre piani a pagamento, Professional, Premium e Ultimate; è possibile verificare i costi e benefici dei livelli disponibili accedendo a questa pagina: https://www.buildingincloud.net/price/

I piani a pagamento prevedono funzionalità progressivamente aggiuntive e un numero di utenti personalizzabile oltre alla possibilità di aggiungere moduli aggiuntivi per la gestione integrata dei processi digitali.

Come funziona Building in Cloud: le notifiche, le dashboard e i workflow approvativi.

Il Workspace è stato creato, le impostazioni di base sono state eseguite e i membru del team sono stati invitati: è il momento di iniziare a scoprire perché Building in Cloud è così utile per lavorare in Smart working.

Il primo motivo è la centralità della comunicazione e la disponibilità dei dati: in un colpo d’occhio avete a disposizione tutte le Dashboard che vi servono per tenere sotto controllo le attività del progetto e le attività di comunicazione utili ad interagire con gli altri membri del team senza dover ricostruire il filo logico delle mail, ma comunicando direttamente nella piattaforma. A tal fine è utile gestire le impostazioni delle notifiche automatiche che consentono, tramite un’intuitiva griglia di impostazione, di aggiornare automaticamente i membri del Team sullo svolgimento delle attività.

 

Il secondo motivo è l’unicità degli strumenti di visualizzazione: sono infatti disponibili visualizzatori di file tipici del settore delle costruzioni come ad es. DWG e Modelli BIM (Revit e IFC), un comodissimo e intuitivo strumento di Markup per i file PDF e il visualizzatore dei file di Microsoft Office.

Come abbiamo detto i dati e i documenti e il Team sono al centro dei processi digitali, in particolare segnaliamo il gestore documentale disponibile anche per il livello “Free” che consente l’accesso strutturato (a seconda dei permessi assegnati) ai documenti presenti in BiC  da qualsiasi luogo e in qualsiasi momento e da qualsiasi device. In pratica è come avere sempre il proprio archivio in tasca.

Per le soluzioni che richiedono la gestione dei workflow di approvazione dei documenti è stato introdotta una versione più avanzata del gestore documentale fruibile con l’adozione del modulo BiC CDE che consente l’allineamento delle funzionalità richieste ad un Common Data Environment coerente ai requisiti delle norme ISO 19650.

I moduli aggiuntivi

Ulteriori funzionalità possono essere integrate tramite i moduli aggiuntivi di BiC che consentono di gestire i processi digitali in funzione della fase corrispondente al ciclo di vita dell’edificio.

La struttura a moduli di Building in Cloud consente ai vari operatori del settore, progettisti, proprietari costruttori e gestori di patrimoni immobiliari, di costruire e personalizzare Building in Cloud mettendo i dati provenienti dai modelli BIM (anche in forma federata) al centro delle attività e dei processi digitali.

Sono disponibile moduli per la gestione del Common Data Environment “BiC CDE” – “BiC 4D Time” per la programmazione delle attività del progetto o del cantiere, “BiC 5D Cost” (disponibile entro fine 2020) per la gestione dei costi della manutenzione, “BiC 6D Maint” per la gestione delle attività di manutenzione e “BiC Space” per la gestione degli spazi dell’edificio.

L’offerta si completa con la soluzione più avanzata:“Building in Cloud Ultimate” che si rivolge a organizzazioni complesse, tipicamente proprietari di patrimoni immobiliari o alla Pubblica Amministrazione che necessitano, oltre alla fornitura della soluzione, di servizi di formazione, personalizzazione, consulenza e integrazione coi loro sistemi informativi.

Dopo una settimana di utilizzo, gli Amministratori della piattaforma potranno anche accedere alle statistiche per poter comprendere come viene usato Building in Cloud e quindi come migliorare la comunicazione e i processi in uso nel team.

I prezzi di Building in Cloud si differenziano in funzione della complessità e dimensione dei gruppi di lavoro.

Come già accennato in precedenza Building in Cloud offre tre tipologie principali di offerte commerciali  dedicate a realtà più strutturate.

Nel dettaglio, i prezzi di Building in Cloud si differenziano in:

Il livello “Free”, ovvero il piano gratis con funzionalità base e senza limite di tempo, dedicato ai piccoli gruppi di lavoro a low budget. Con questo piano possono accedere fino a 5 utenti, gestire fino a due edifici e disporre di 2 GB di spazio di archiviazione.

Il livello “Professional” che prevede, oltre a tutte le funzionalità del livello Free, a cui si aggiungono funzionalità come la disponibilità di gestione dei dati dei modelli BIM, anche in forma federata, e la possibilità di aggiungere i moduli aggiuntivi necessari al raggiungimento dei propri obiettivi.

Con questo piano è possibile scegliere il numero di utenti che devono accedere alla piattaforma, gestire fino a dieci edifici e disporre di 250 GB di spazio di archiviazione e la possibilità di aggiungere i moduli aggiuntivi necessari. Il costo è di 14,90 € per utente/mese.

Il livello “Premium” prevede tutte le funzionalità del livello Professional, a cui si aggiungono tutti i moduli aggiuntivi disponibili al momento della dell’attivazione della sottoscrizione con la garanzia che, ogni qualvolta verrà rilasciato un nuovo modulo aggiuntivo, questo sarà aggiunto alla sottoscrizione senza costi aggiuntivi.

Anche per questo piano è possibile scegliere liberamente il numero di utenti che devono accedere alla piattaforma, gestire fino a 25 edifici e disporre fino a 500 GB di spazio di archiviazione. Il costo è di 29,90 € per utente/mese.

Per questi due piani è previsto un pratico calcolatore automatico del costo di spesa per consentire di rendere e facile la comprensione della relazione costi/benefici della piattaforma.

L’offerta si completa con la soluzione più avanzata “Ultimate” che si rivolge a organizzazioni complesse, tipicamente proprietari di patrimoni immobiliari o alla Pubblica Amministrazione. Queste organizzazioni necessitano, oltre alla fornitura della soluzione, di servizi di formazione, personalizzazione, consulenza e integrazione con i loro sistemi informativi.

 

Bim-e-cloud

Bim-e-cloud

 

In questo caso il costo verrà concordato con un responsabile commerciale o un partner dedicato che, in seguito ad un’approfondita analisi delle esigenze, produrrà un piano di implementazione e un preventivo dei costi.

Building in Cloud si configura quindi come lo strumento di lavoro per facilitare la comunicazione e la collaborazione tra gruppi di lavoro di qualsiasi dimensione: le e-mail si riducono al minimo indispensabile ma soprattutto si può accedere facilmente a tutta la documentazione necessaria e ricevere notifiche specifiche ogni volta che si viene coinvolti in un’attività. Lo Smart Working, anche per il settore delle costruzioni, diventa sempre più facile e accessibile.

Per registrarti e ottenere gratuitamente l’accesso a Building in Cloud Free clicca qui.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *