Il BIM Nei Processi Di Facility Management

BIM opportunità e sfide per il Facility manager

Il BIM (Building Information Modeling) è l’efficiente gestione del ciclo di vita dell’ambiente costruito supportata dalla tecnologia digitale.

Il BIM è in grado di fornire enormi benefici a tutte le parti interessate in tutte le fasi del processo edilizio –Pianificazione; Progettazione; Costruzione e Gestione e manutenzione.

La fase O&M (Operation & Maintenance) si sviluppa in un arco temporale molto lungo, con costi di esercizio non confrontabili con le fasi che la precedono (Progettazione e Costruzione).

L’adozione di processi e metodologie digitali supportati da un sistema informativo robusto e affidabile, quale la modellazione BIM, può portare a un ritorno dell’investimento estremamente positivo anche nella fase di gestione e manutenzione.

Il Facility Manager non è più il responsabile del “cambio delle lampadine” o della “manutenzione degli ascensori”, bensì deve essere parte attiva di una nuova cultura della collaborazione, della sostenibilità ambientale, della condivisione di informazioni e delle iniziative di innovazione.

Il Facility manager deve partecipare fin dall’ inizio al processo edilizio e programmare, insieme ai progettisti e ai costruttori, come i dati e le informazioni provenienti dalla fase esecutiva devono essere strutturati per passare in modo lineare e ottimizzato alla fase di gestione dell’edificio.

L’uso del BIM nelle fasi di progettazione e costruzione è orami abbastanza diffuso ed una prassi consolidata in buona parte del mondo. In queste fasi il BIM ha già dato prova di essere in grado di fornire grandi vantaggi a tutta la filiera offrendo riduzione dei costi, maggiore efficienza e controllo in tutte le fasi del processo.

Il Facility Management rappresenta per il BIM lo step finale, il punto di arrivo in cui tutte le informazioni e i dati, strutturati in maniera consapevole, fin dall’ inizio del processo, diventano parte integrante della manutenzione dell’opera.

È opinione comune che il BIM, anche nella fase operativa di manutenzione e gestione, e forse ancor più in questa fase, può portare enormi benefici in termini di recupero efficienza e abbattimento dei costi e portare a un ritorno dell’investimento estremamente positivo.

I proprietari e gli investitori hanno chiare le potenzialità del BIM all’ interno del processo di costruzione e intuiscano le sue potenzialità anche nella fase di gestione.

Il problema principale, quindi, non è dal lato dei proprietari, disposti ad investire in cambio di un ritorno economico, ma dal lato dei Facility Manager che solo oggi hanno iniziato ad approcciare il tema del BIM.

I veri benefici del «metodo BIM» si avranno quando verrà finalmente utilizzato anche per la gestione degli immobili.

La sfida è cominciata: il Facility manager è disposto a raccoglierla?

BiC-6D fa parte della visione complessiva di Lemsys che mira alla creazione di soluzioni specificatamente dedicate a singole fasi del processo edilizio, attraverso la fornitura di moduli aggiuntivi integrati alla piattaforma di collaborazione Building in Cloud, I moduli aggiuntivi sono destinati a coprire, con il comune denominatore del Modello BIM, tutte le fasi dei processi necessari alla corretta gestione del life-cycle di un edificio.

Vuoi saperne di più su BiC-6D?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *